Pensieri spettinati

Se non c’è niente da ridere vuol dire che non c’è niente di tragico, e se non c’è niente di tragico, che valore vuoi che abbia.
Jul 24
Permalink
Alda Merini

Alda Merini

Jul 22
Permalink
Io ne uso parecchio di materiale pop nella mia scrittura, ma il significato che gli do non è affatto diverso dal significato che aveva per altri scrittori, cent’anni fa, parlare di alberi, di parchi e di andare ad attingere l’acqua al fiume. È semplicemente il tessuto del mondo in cui vivo.
— David Foster Wallace (via fantasticazioni)
Permalink
Non posso vivere una vita convenzionale! Io voglio tutto: le discese ardite, le risalite stordite e la crema in mezzo. (Homer Simpson)
Permalink
Gianni Solla

Gianni Solla

Jul 19
Permalink
Di te mi è rimasto
un anello al dito
che non vuole staccarsi
nemmeno quando cala il sole
quando il ricordo di te è più forte
e fa male – lui resta lì.
Permalink
Desideravo vederti:
desidero la fantasia dei tuoi capelli
a inaugurare grida
di libertà in ore troppo lente; la rivolta
dei tuoi polsi terrestri
che muovono inizi di bandiere,
e accusano l’indugio, la disperazione
cauta, il tempo.
Mi occorre l’urlo d’uno sguardo
ed oltre la violenza del tuo esistere
io esigo il gesto d’un tuo riso.
— G. Manganelli
Jul 15
Permalink
Permalink
In un modo o nell’altro, siamo tutti legati a un libro. Una biblioteca è come una metafora dell’essere umano o della parte migliore dell’essere umano, così come un campo di concentramento può essere una metafora della parte peggiore. La biblioteca è la generosità assoluta.
Jun 27
Permalink

Mi hai dato due incarichi.
1) Non telefonarti.
2) Non vederti.
Adesso sono un uomo occupato.

C’è anche un terzo incarico:
non pensare a te.
Ma tu non me l’hai affidato.

— Viktor Borisovič Šklovskij
Jun 26
Permalink
Jun 24
Permalink
Il volersi bene si costruisce. Ma l’amore, quello vero, no. L’amore lo senti immediato, non ha tempo. E’ dire “ti sento”. Un contatto di pelle, un abbraccio, un bacio. Mantenersi, il mio verbo preferito, tenersi per mano. Ti può bastare per la vita intera, un attimo, un incontro. Rinunciarvi è folle, sempre e comunque.
— Erri De Luca
Permalink
La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli. E il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. Bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. Questo tempo per se stessi io lo chiamo libertà. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L’alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere […] d’altronde chi non è felice con poco non sarà felice con nulla.
— José Mujica
Jun 18
Permalink
Se non c’è niente da ridere vuol dire che non c’è niente di tragico, e se non c’è niente di tragico, che valore vuoi che abbia. (Le grandi verità del maestro Pignagnoli)

Se non c’è niente da ridere vuol dire che non c’è niente di tragico, e se non c’è niente di tragico, che valore vuoi che abbia. (Le grandi verità del maestro Pignagnoli)

Jun 04
Permalink
E tutto questo succede, credo, perché la gente si immagina che il cervello si trovi nella testa; no ve’: lo porta il vento dalle parti del Mar Caspio.
— Gogol’, Dostoevkij, Tolstoj, Tre matti
May 23
Permalink
Parlatene, parlatene sempre.
Perché i silenzi diventano pietre.
E le pietre diventano muri.
E i muri, distanze incolmabili.
— Serena Santorelli